Si sono tenuti a Stoccolma i funerali di Avicii.

L’ultimo saluto al DJ, Tim Bergling all’anagrafe, è avvenuto in forma privata, come annunciato alcune settimane fa dalla famiglia.

'Ci sono state molte richieste riguardanti gli accordi funebri per Tim Bergling, conosciuto musicalmente come Avicii - si leggeva in un comunicato diffuso a maggio -. La famiglia Bergling ha confermato che i funerali saranno privati e alla presenza soltanto delle persone che erano più vicine a Tim. La famiglia chiede ai media di rispettare la privacy. Non saranno fornite ulteriori informazioni'.

Al termine della funzione, il divo della musica elettronica è stato sepolto nel cimitero di Skogskyrkogarden.

Avicii è stato ritrovato privo di vita in una camera d’albergo in Oman il 20 aprile, e al momento l’ipotesi più accreditata rimane il suicidio.

L’ipotesi ha preso piede a inizio maggio, in seguito a un comunicato stampa diffuso dalla famiglia, che ha dichiarato come il loro caro 'non riuscisse più ad andare avanti'.

'Il nostro amato Tim era un ricercatore, una fragile anima artistica in cerca di risposte a domande esistenziali, un perfezionista estremo che lavorava e viaggiava ad un ritmo talmente alto da avere uno stress enorme. Quando ha smesso di fare tour voleva trovare un equilibrio per essere felice e fare la cosa che più amava: la musica', si leggeva nella nota.

E ancora: 'Ha pensato molto al significato della vita e della felicità. Non poteva più andare avanti, voleva trovare la pace. Tim non era fatto per quella macchina da business in cui si è trovato, era un ragazzo sensibile che amava i suoi fan, ma evitava i riflettori'.

Avicii aveva abusato in passato di alcol e sostanze. A causa dei suoi problemi di salute aveva rinunciato ai tour.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS