Jay Z ha scritto un articolo per Time, chiedendo modifiche al sistema giudiziario statunitense per aiutare le persone ingiustamente accusate.

'In occasione della Festa del Papà ho deciso di dare sostegno alle organizzazioni umanitarie per salvare i padri che non possono permettersi un giusto processo, come promesso dalla nostra democrazia', ha scritto il rapper nell'articolo pubblicato il 16 giugno, ispirandosi a organizzazioni come la Southerners on New Ground e Color of Change, che per la festa della mamma hanno aiutato a salvare 100 madri.

'Come padre di famiglia, è il minimo che posso fare: ma la filantropia non è una soluzione, dobbiamo sbarazzarci di queste pratiche inumane. Perché non possiamo sistemare il nostro sistema giudiziario, finché non eliminiamo l'industria delle cauzioni'.

Il padre di famiglia, rivela di aver approfondito la questione, durante le ricerche per il documentario, "Time: The Kalief Browder Story", che racconta la storia di un uomo accusato di aver rubato uno zaino.

'La famiglia di Kalief era troppo povera per pagare una cauzione...', aggiunge l'autore di 'The 99 Problems'. 'Prima del processo, è stato condannato a una specie di purgatorio. I tre anni trascorsi in isolamento nel carcere di Rikers Island, in ultima analisi hanno creato danni irreversibili e che lo hanno portato a morire a 22 anni'.

Mentre Browder quando fu arrestato aveva solo 16 anni, e due anni dopo il rilascio, si è suicidato.

LATEST NEWS